martedì 27 aprile 2010

Note Blues - L'angolo del Bluesman - STEFANO ZABEO

L'angolo del bluesman

A che puntata siamo arrivati? Ho perso il conto e forse siamo arrivati ad una delle ultime della stagione prima della "pausa estiva". Ancora una volta fa da padrone il blues del Veneto. Aggiungo che senza ombra di dubbio siamo di fronte ad un pezzo di storia del Blues veneto, uno di quei musicisti (e uno di quei gruppi) che hanno insegnato a suonare a più di una generazione. Alla mia sicuramente visto che quando mi sono affacciato alla finestra, Stefano Zabeo era un nome già conosciutissimo , riconosciuto da molti come una delle punte di diamante del blues nostrano. E qualche tempo fa (forse son già passati 10 anni) ho avuto la prova di tutto questo avendoci suonato assieme a Venezia, in una stupenda serata autunnale in Campo Santa Margherita. Ricordo benissimo che Stefano non era solo un bravo chitarrista ed un bravo cantante. Sapeva raccontare belle storie prima ma anche durante il concerto. E ricordo benissimo una "little red rooster" entusiasmante, con un solo di PIANO apprezzato. L'intervista va quindi ascoltata con la massima attenzione perchè Stefano dice sempre cose importanti, anche quando lo incroci per caso in traghetto, di ritorno dai rispettivi concerti (come è successo spesso in quel periodo). Buon ascolto!


Ascoltare l'intervista è facilissimo, basta cliccare sul triangolino qui sotto, simbolo universalmente noto come "PLAY".



Potete ascoltare interamente le puntate di "note blues" di Massimo Salvau in diretta alla radio o successivamente sul sito
Radio Golfo degli Angeli si ascolta in radio sui 94.10 MHz per la provincia di Cagliari e 96.10 per la zona di Arbus e Oristanese.

E dopo l'intervista arriva il momento della presentazione ufficiale della band, ricopiata direttamente dal sito ( linkato più sotto).

Stefano Zabeo & TV Mama é un trio rock-blues, nella tipica configurazione: chitarra, basso, batteria. Contrariamente all'attuale tendenza vaughaniana però, la musica del gruppo preferisce trarre ispirazione dai Cream, da Johnny Winter, dagli Animals e dagli Yardbirds.
All'inizio c'era... TV Mama e basta. E come poteva essere altrimenti? Erede di quella generazione che era nata seguendo le orme dei propri idoli così sapientemente rappresentati nel film "Tutti Per Uno" (in Inglese il titolo era "A Hard Day's Night"), volevo un gruppo vero, un "complesso" come si diceva allora. Ma tant'è... finiscono pure i matrimoni, figurarsi se non finiscono i sodalizi di natura musicale! E così il tempo passava, ed era sempre più difficile fornire un'immagine univoca usando quel nome. E allora ci ho messo il mio davanti, così un segno di continuità ci sarebbe stato per forza... Strano a dirsi, proprio a partire da quel momento le formazioni diventarono più stabili, solo 3 in più di vent'anni, fino a quest'ultima, partita da poco ma già per me così importante e sorprendentemente piena di stimoli artistici! Al basso c'è Mauro Tolot, un carissimo amico e musicista di talento in grado di fornire, mediante la solidità del suono che produce, un tappeto magico su cui diventa davvero facile far volare voce e chitarra. Con lui mi sento di sperimentare vie che possono pure diventare ardimentose, ma la paura di cadere non emerge mai. E non è a caso che di queste qualità si siano accorti in molti, fra i quali Maurizio Solieri che spesso lo chiama per accompagnarlo nelle sue esibizioni dal vivo. Mauro poi mi ha presentato un batterista d'eccezione: Carlo Bonazza. Ricordate i Prozac+ e la cantante Elisa? Eh sì, c'era proprio lui con loro. Ma, al di là delle referenze, Carlo ha saputo con intelligenza e potenza dare un apporto decisivo al sound del gruppo, donandogli un tocco di personalità ritmica cui oggi mi risulterebbe davvero difficile rinunciare. Stefano Zabeo fa parte sicuramente di quella ristretta cerchia di musicisti italiani che hanno cominciato a fare blues ancora quando ben pochi, almeno qui da noi, conoscevano questo genere. Una instancabile attività concertistica condotta in tutta la penisola gli conquista poi una discreta fama in ambito nazionale, tanto da essere convocato più volte in quasi tutti i festival maggiori e minori svoltisi in Italia (Nave Blues, Bergamo Blues, Festival Blues di Ravenna, Bluesin’ di Pistoia, Blues Festival di Massa Marittima, Blues Festival di Torrita di Siena, Narcao Blues Festival, International Blues Festival di Cagliari, Aventino Blues Festival, Salerno Blues Festival, Festival del Blues di Nusco, Festival del Blues al Lago Ampollino, Catania Blues Festival, ecc. ecc.) e da essere invitato in numerose trasmissioni televisive su reti RAI e private. Oggi, rifacendosi a quel filone musicale chiamato “British Invasion” che così ben conosce avendone fre-quentato personalmente i diretti protagonisti e avendo spesso con loro suonato dal vivo, il chitarrista-cantante Stefano Zabeo propone un concerto dove i classici del rock e del pop inglese degli anni 60/70 vengono brio-samente riletti secondo il suo personalissimo stile in una chiave più moderna. La band che lo accompagna è composta da musicisti di grande levatura, in grado di dare una notevole spinta ad una musica già molto energica di suo: buon divertimento quindi con Stefano Zabeo & TV Mama!



Il sito del gruppo

1 commento:

strumentimusicali-online.net ha detto...

ti segnalo un bel sito di musica www.strumenti-musicali.info