venerdì 23 maggio 2014

Video dall'Hi-End di Monaco


La settimana scorsa ho avuto il piacere di essere ospitato presso lo Stand di FINE SOUNDS GROUP per proporre la musica di Jim Croce con Barbara Belloni Band. Bella esperienza ed ovviamente bella musica. Con questo video Alessandro Arcuri (bassista) ha creato una cartolina della due giorni (abbiamo suonato nelle giornate di venerdi 16 e sabato 17 con due set distinti, mattina e sera).

La musica di Jim commuove e piace ancora!


mercoledì 21 maggio 2014

Sick 4 Milk: Pay Intention


Con molto ritardo presento una delle più recenti uscite Velut Luna. Questo Album è registrato totalmente in diretta in un giorno (ricordo benissimo di aver visto il gruppo arrivare a Pregaziol - io stavo uscendo - alle 10 della mattina verso la fine del 2013). Registrazione d'alta qualità, bei brani e gruppo (da Roma) promettente. Disponibile, se volete prima ascoltare, in streaming sui "soliti" siti (Deezer e Spotify). Buon ascolto !






E’ sempre difficile parlare di qualcosa che ti coinvolge direttamente. Come, per esempio, di un disco di cui curi la produzione artistica. E un disco, se hai deciso di dedicartici, di offrigli il tuo tempo, le tue capacità, il tuo impegno, è un figlio. Anche se non l’hai scritto o interpretato tu, finisci comunque per esserne parte. Io ho prodotto una ventina di dischi, potevo produrne di più, forse, ma ho sempre scelto di lavorare sulla qualità e per la qualità. Presentare questo disco, proprio questo, è ancor più difficile che per tutti gli altri, perché qui di figli ce ne sono due più alcuni altri “adottati”. Non è un mistero, Jacopo, il leader dei Sick for Milk, è mio figlio. I suoi compagni di avventura li conosco qualcuno da quando aveva appena messo i calzoni lunghi, qualcuno da quando avevo ancora una timida speranza di conservare almeno parte dei capelli. Ho prodotto artisticamente un disco di mio figlio? No, anche se in questo non ci sarebbe in assoluto niente di male: ho prodotto il primo disco dei Sick for Milk, gruppo di cui sono fan sin dai primi concerti nei pub romani. Sono ipercritico con i miei figli, quelli legittimi e quelli adottati. Lo sono stato per tutti questi anni (non tantissimi, parecchi però rispetto all’età dei componenti il gruppo), sino a che, da appassionato, oltre che da professionista del settore “musica e affini”, non ho capito che questo talento, che largamente s’intuiva, era penetrato sino in fondo nelle anime di questi ragazzi, portandoli a una maturità artistica che certe formazioni, più mie coetanee che loro, non hanno ancora raggiunto. 
Non ho deciso di fare un disco: conversando una sera in posta elettronica con Marco Lincetto, gli ho chiesto di ascoltare un pezzo, il primo dei Sick in versione “unplugged”, che era su youtube, tanto per avere un parere. Marco dopo pochi minuti mi ha riscritto con una frase lapidaria “bravissimi, voglio fare questo disco”. Non ho dovuto faticare molto, né convincere nessuno. Il che mi ha tolto un grande peso. E mi ha confortato nella mia vanagloriosa convinzione di conoscerla e capirla bene la musica, di riconoscere i talenti. Insomma di saper fare il mio, bellissimo, mestiere. 
Sapevo, ovviamente, che la registrazione Velut Luna sarebbe stata di altissima qualità, dunque tutto perfetto. 
Poi quel che ne verrà ne verrà, questi ragazzi sono talentuosi non solo nella musica, e il loro essere, appunto, talentuosi in cose tanto differenti dalla musica è, a mio avviso, il motivo per cui, alla loro età sembrano già una formazione matura e affermata. Perché non ho mai creduto al talento distinto dall’intelligenza e dal sapere, o almeno dall’aver voglia di sapere. E mi scuserete se ho malamente citato Miles Davis. 
Se mi è concesso, chiudo questa brevissima presentazione con una notazione genetico-affettiva-animista: la Ovation acustica che suona Jacopo è quella che fu di suo zio Danilo e da lui lasciata prematuramente in eredità a questo indegno fratello che la passò ( un lunghissimo prestito) a suo figlio. E’ la numero 1037, la prima arrivata in Italia. E negli ultimi 35 e passa anni ha svolto molto, molto bene il suo compito, calcando i palcoscenici di tutta Italia e di un bel pezzo di mondo, senza mai perdere un colpo. 

Bebo Moroni 



Tracklist 

01 - Jennifer Lewis (J.Morroni) 4:34 
02 - Saltwater (J.Morroni) 2:51 
03 - Appetite (J.Morroni - L.Caputo) 4:21 
04 - Set Me Free (J.Morroni) 3:10 
05 - Stand In Awe (J.Morroni) 3:47 
06 - Waking Dreams (J.Morroni) 4:22 
07 - All Of These Things (J.Morroni) 2:36 
08 - Swing Life Away (J.Morroni - M.Aprile) 3:10 
09 - So Now (J.Morroni) 3:11 
10 - Canadian Wood (J.Morroni) 2:35 
11 - Searching (Umberto Morroni) 2:57 

Total time: 37:39 

All arrangements by Sick 4 Milk 

SICK 4 MILK: 
Jacopo Morroni, voice and guitar 
Gael Cascioli, guitars and percussions 
Andrea Falcone, electric bass 
Riccardo Finili, percussions 
Michele Aprile, alto sax 

special guest: Lilian, voice on tracks 3, 5, 7 



88.2kHz / 24bit original recording made strictly live-in-studio at Magister Area Studios, Preganziol, Italy on December 28 - 29, 2013 



mercoledì 14 maggio 2014

Barbara Belloni Band a Monaco (MOC) per Sonus Faber

Chi passerà per Monaco di Baviera venerdi 16  o sabato 17 maggio può venirmi ad ascoltare con Barbara Belloni al MOC (Fiera di Monaco di Baviera). Saremo allo stand di  SONUS FABER, 2 set al giorno (levano il medico di torno !). Ore 12 primo set, ore 16.30 secondo set. Purtroppo per motivi organizzativi saremo senza il grande batterista Alberto Toninelli, in una versione quindi molto "unplugged" . In base ai tempi e alle connessioni disponibili (in albergo dovremmo avere internet al 99,99%) posterò qualche foto e se possibile qualche video. Vi terrò comunque informati su questa bella collaborazione fra Velut Luna e Sonus Faber.

Per la precisione saremo a:


MOC Munich
Lilienthalallee 40
80939 Munich, Germany
Fine Sounds Group- Room D111, Atrium 3


giovedì 8 maggio 2014

Fare Musica in Italia.

Luoghi comuni, dicerie. Ottimismo e pessimismo. Sull'Italia e sulla possibilità di fare musica se ne sente una al giorno. 
Il mio parere (molto vicino a quanto dichiarato dall'ottimo Cristofoli) lo scriverò a breve, ormai ho visto abbastanza cose per averne uno. Per il momento vi lascio a questa gustosa lettura:




mercoledì 30 aprile 2014

Barbara Belloni Band in versione Music...Ale !

Sabato suonerò con Barbara Belloni Band ( Tributo a Jim Croce) a Piove di Sacco. Bel locale e un sound-check aperitivo verso le 19.30. Di seguito tutte le info:

SABATO 3 MAGGIO 2014
ORE 22.30

MUSIC ALE


PIOVE DI SACCO
via Garibaldi 108

tel: 393 4424402


Vi aspetto....ovviamente numerosi!


venerdì 18 aprile 2014

Water - Ascolto integrale su Sound Cloud !

In occasione delle festività propongo l'ascolto integrale del mio ultimo CD "Water" su sound cloud (come fatto a Natale). Per una quindicina di giorni circa.

Per scegliere il brano da ascoltare potete accedere alla pagina di SoundCloud dedicata alla playlist -----> link.  Oppure il player è giusto qui sopra !

Vi piace? Volete supportarmi ? Acquistate il mio cd online (direttamente da questo sito) o i files mp3 su tutti gli stores digitali come Itunes, Amazon, Googleplay (i link sono sempre in questa pagina). 

Vi ricordo che i CD sono in vendita anche al BlackMarket Music di Rosà, al Centro Video HiFi di Noventa Vicentina e al negozio di HiFi di Calto.

Buon ascolto.


mercoledì 16 aprile 2014

Mr. Wob and the Canes: Invitation to the Gathering


Il Blog ha subito un arresto giustificato, riprendo oggi presentandovi l'ottimo CD dei Mr. Wob and the Canes. Del gruppo fanno parte due mie vecchie conoscenze: Loris Tagliapietra e Giovanni Natoli (contrabbasso & drums), con loro ho suonato diverse volte e in diverse situazioni durante il mio "periodo veneziano". Dicasi periodo veneziano gli anni in cui con il mio carrello scorrazzavo fra i ponti e raggiungevo in 30 minuti qualsiasi punto di Venezia per affrontare un sempre soddisfacente concerto (più o meno fra il 2000 e il 2005). Ma non pensiamo al passato, questo è il presente e questo è l'ottimo CD di questo incredibile gruppo.


La band nasce il 3 Dicembre 2012 (con un concerto in un'osteria perduta tra le nebbie della campagna veneta) dalle esperienze di tre (ahinoi) non piu’ giovani musicisti, i quali convergono sull'idea di creare un trio di Blues cercando di recuperare quanto di africano, haitiano, misterioso e fuorischema ci sia nel Blues. Da qui il nome di Voodoo Blues. Dopo qualche periodo di studio, Mr. Wob & The Canes cominciano a proporre il proprio sound a partire da Venezia, loro patria, per poi muoversi a zonzo per il nord Italia. Dall'Emilia al Trentino, dalla Toscana alla Lombardia, questi "stagionati" musicisti, hanno deciso di portare in giro un modo diverso di fare il blues collezionando in un anno di attivita’ circa 50 concerti (non molti ma un buon inizio) fino alla registrazione del loro primo album "Invitation to the Gathering" dove trova una prima realizzazione la loro ricerca.
L’Album non non ha intenti revivalistici, al seguito di chissa' quale nostalgia e purezza che non ci appartiene.Un album che mescola il fife&amp&drum style del Mississippi con i ritmi primitivi del Blues senza dimenticare tributi stilistici alle esperienze piu’ classiche del blues e le sue trasformazioni piu’ moderne.Mr. Wob individua nel blues delle origini una fonte di Energia, un “parlare chiaro”, un “memento” per non dimenticare la natura “demoniaca”, dionisiaca e creativa dell' uomo: un sogno antimodernista, nel senso migliore, di ribellione, fatto di suoni diretti e di danza, di grida e di corpo. E tutto questo in una formula pressoche' unplugged e “povera”, in cui l'acciaio e la saggina hanno pari rilevanza nella produzione del suono. Le differenti provenienze musicali dei componenti (jazz, musica d'autore, folk) entrano a far parte del gioco, fondendosi con le regole fondamentali del blues, per un desiderio di creativita’ perenne. Il blues e’ voodoo, balli, odore d'Africa, canti di liberta’ e poverta’. Musica dell'origine dei tempi e del presente. In poche parole, il nostro e’un blues da ballare, da cantare, nato per essere un vero e proprio invito a radunarsi e festeggiare. Nei nostri blues non ci sono molte donne fatali che spezzano cuori ma piu’ spesso ci sono latifondisti che ti mettono alla fame, incarcerazioni,discriminazioni ed antichi riti di magia nera. E poi la festa, il ballo che libera, il canto che supera ogni discriminazione.

Tracklist:

1 - Invitation to the Gathering
2 - Conditions Blues
3 - I Feel like I'm Dying
4 - Time
5 - Black Wings Blues
6 - My Father's Gone
7 - New Year's Blues
8 - I see Her Tonight
9 - Spiritual

Musicians:

Andrea Facchin: vocal, guitars, banjo
Loris Tagliapietra: bullfiddle, whispering voices, percussion
Giovanni Natoli: drum, rubboard, risi&bisi

Ospiti: Enrico Pagnin, Alejandro Garcia Hernandez, Marco Cecchetto, Francesca Sciarretta, Giulia Santi

Registrato all' AREAMAGISTER STUDIO (Preganziol)
Mix: Gianluca Zanin
Mastering: Gianluca Zanin